Lettori biometrici per il controllo accessi: l’innovativa tecnologia

6 Aprile 2021
Lettori biometrici - controllo accessi

I lettori biometrici oggi sono sempre più diffusi. Scopriamo le loro caratteristiche, per ottenere un controllo accessi su misura per te.

I lettori biometrici

Gli innovativi sistemi di controllo accessi includono i lettori biometrici. Grazie alla loro tecnologia, questi ultimi, sono in grado di riconoscere l’impronta digitale dal vivo, prendendo come modello quella registrata a sistema.

Ovviamente ogni dato biometrico necessita di essere acquisito, elaborato e registrato. L’insieme di queste operazioni si chiama Enrolment, necessaria per l’iscrizione dei modelli biometrici di riferimento.

Parlando di Enrolment è importante sapere che alcuni termini, utilizzati nell’ambito, all’apparenza molto simili, possono rivelarsi differenti. Per questo, al fine di conoscere meglio questa nuova tecnologia, l’ISO, organizzazione che si occupa delle normative internazionali, ha stilato un glossario sintetico.

I dati biometrici rilevati dai lettori possono essere di vario tipo (biologici, fisici o comportamentali), grazie ad essi è possibile distinguere ed identificare un soggetto.

Centrale Ibrida KRYPTO A22K ATRIUM Controllo Accessi

Campione, tratto e modello biometrico

Parlando di campione biometrico ci si riferisce alla rappresentazione della caratteristica biometrica, ottenuta grazie all’acquisizione. Ad esempio, è possibile utilizzare l’impronta digitale come dato individuale da utilizzare per accedere all’interno di un edificio o di un’area riservata.

L’acquisizione di queste impronte avviene appoggiando il polpastrello di una delle dita (tipicamente il pollice o l’indice) su un lettore ottico o capacitivo. La fotografia ottenuta rappresenta il campione biometrico.

Successivamente, però, durante il processo di riconoscimento, si rivelano utili solamente alcune parti del campione acquisito. L’area utilizzata, estratta dal campione, infatti, rappresenta il tratto biometrico (Feature) e, insieme ad altri tratti, prende il nome di modello biometrico dell’impronta (Template).

Infine, una volta ottenuto il template si crea il riferimento biometrico (Biometric Reference). Quest’ultimo viene registrato a sistema ed è invariabile nel tempo, per questo utilizzato nell’identificazione del soggetto.

Lettore Biometrico BIOSYS 1

CDVI offre soluzioni per il controllo accessi con lettori biometrici funzionali e dal design innovativo.



left-arrowTUTTE LE NOTIZIE

News popolari